La torta di rose

Questa è la ricetta di un dolce mantovano che pare sia nato nel 1500 alla corte del marchese Francesco II Gonzaga e della sua colta ed elegante consorte Isabella D’ Este.

Chissà, forse per mantenere un’atmosfera nobile e sontuosa, mia suocera Alice dedicava alla mia piccola Camilla, ora mamma di Olmo, una torta di rose preziosamente decorata.

Il meraviglioso dolce, che ben si addiceva alla sfrenata femminilità di Camilla, conteneva un piccolo segreto… all’interno, amalgamato nell’impasto, si nascondeva un bottone, abbastanza grande e scuro per essere individuato senza il pericolo di essere inghiottito.

La torta veniva portata a tavola, Camilla riceveva affettuosi festeggiamenti per il suo compleanno e quindi si passava al taglio, a ognuno una rosa; chissà a chi sarebbe toccato sgranocchiare il bottone. L’amabile Alice riusciva sempre a riconoscere il fiore prezioso e ad adagiarlo sul piatto della mia bimba, la quale, ogni volta sorpresa, fiera si faceva incoronare regina per tutta la giornata!!! Quale era il privilegio di essere regina? per quella giornata poteva chiedere tutto ciò che voleva, lei regnava su tutti noi!

Ecco la ricetta.

per l’impasto:

  • 500 gr. di farina per dolci
  • 15 gr. di lievito di birra
  • 100 gr. di zucchero
  • 1 busta di vanillina
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 3 uova intere
  • 80 grammi di burro fuso tiepido
  • 120 ml di latte tiepido
  • 1 BOTTONE!!!

img_0458

per la crema:

  • 150 gr di burro morbido
  • 120 gr. di zucchero

Mettete la farina in un contenitore e mescolatevi il lievito di birra sciolto nel latte tiepido. Aggiungete la scorza di limone, la vanillina, il burro tiepido, lo zucchero, le uova precedentemente sbattute con una forchetta. Amalgamate con una forchetta e lavorate quindi l’impasto sul piano infarinato del tavolo per almeno 10 minuti, allargandolo continuamente con i pugni e riavvolgendolo.

Coprite l’impasto con un canovaccio e lasciatelo a riposare per mezz’ora in un luogo tiepido. Nel frattempo amalgamate il burro e lo zucchero per la crema, che deve risultare morbida.

img_0461

Ora, con un mattarello, stendete l’impasto formando un rettangolo (circa 30×50 cm.). Adagiate a cucchiaiate la crema di burro e zucchero sull’impasto, in modo che si possa poi stendere uniformemente. Se preferite, potete farcire con una marmellata di frutta al posto della crema.

img_0463

Arrotolate nel verso più lungo e tagliate a tronchetti di circa 5 cm.

img_0466

Sistemateli in una teglia rotonda di 26 cm. diametro, disponendoli staccati uno dall’altro in modo che possano lievitare.

img_0467

Ponete la teglia in un angolo tiepido, coperta da uno strofinaccio, per circa un’ora e mezza. Quando le rose si saranno unite fra loro, mettete la teglia in forno preriscaldato a 180° per circa 30-35 min.

img_0468

Servite la torta tiepida coperta di zucchero a velo.

img_0469