Pasqua in Abruzzo: cavalli e pupe

Per i bambini abruzzesi il dolce di Pasqua non è soltanto l’uovo di cioccolato: anzi, la tradizione vuole che ai piccoli siano regalati cavalli e pupe. Di che cosa si tratta (per chi abruzzese non è…)?

Sono dei biscotti, di dimensione variabile e riccamente decorati: per le bimbe hanno la forma di dolci bamboline (le pupe)  e per i bimbi quella di nobili destrieri (i cavalli). Eh sì, perché, seguendo la tradizione regionale, ma certo contravvenendo ai giusti principi di parità di genere, da sempre vengono preparati dolcetti diversi per maschi e femmine.

In questi giorni che precedono le vacanze pasquali, mi ritrovo a casa di Rosaria, l’amica delle pizzelle e delle pallotte, ricordate? Abbiamo deciso allora di preparare questi dolcetti pasquali, mentre Rosaria non finiva di ricordare le litigiose e chiassose preparazioni di quando era bambina, con mamma, nonna e zia zitella ( la “maestra”assoluta, quella a cui tutto in cucina riusciva perfetto).

Per tradizione, i dolci si cominciavano a preparare il giovedì santo, ma in casa Vaccaro si anticipava al mercoledì, ultimo giorno di apertura delle scuole, per evitare di ritrovarsi i bambini a intralciare il lavoro: quale infante, infatti,  è mai riuscito a resistere al morbido e saporito impasto crudo delle torte, che veniva abilmente rubato grazie a un grande cucchiaio di legno?

In realtà, Rosaria sostiene che al suo rientro da scuola si ritrovava le formine da pulire  e da preparare per le infornate successive, cosa che lei detestava e per cui brontolava, senza per altro suscitare nessun tipo di attenzione da parte delle cuoche.

Il sabato prima di Pasqua i bambini, con tutti i cavallini e le pupe, facevano il giro dei parenti, regalavano i dolcetti e ne ricevevano altrettanti in cambio. La gara era alla più sfarzosa decorazione! Contenti del loro bottino tornavano a casa, sapendo di dover aspettare pasquetta per gustare le opere d’arte, durante il tanto agognato momento della gita fuori porta e del picnic campagnolo, con tutti i cugini, gli amici e gli spettacolari cavalli e pupe.

Ecco allora la ricetta, con dose per un cavallo e una pupa di grosse dimensioni, che si realizza in due fasi.

Prima fase

  • 2 uova intere + 6 tuorli
  • 100 gr di olio evo
  • 270 gr di zucchero
  • 270 gr di farina
  • la buccia grattugiata di un limone e di un arancio non trattati
  • un cucchiaio di cannella
  • 330 gr. di mandorle con la buccia
  • 4 gr di lievito per biscotti (ammoniaca per dolci)
  • 30 gr di liquore amaretto
  • 70 gr di cioccolato fondente

ingredienti cavalli e pupe

Tritate il cioccolato e le mandorle in modo grossolano.


In una terrina setacciate la farina, aggiungendo poi lo zucchero, il cioccolato e le mandorle. Mischiate bene.

Preparate una fontanella e in successione aggiungete: le uova, l’olio, la buccia di limone, la cannella e infine il lievito sciolto in 2 cucchiai di latte tiepido.

impasto e uova cavalli e pupe

Impastate fino a che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati (BAMBINI!!! A questo punto il dolce è già squisitissimo!).

impasto cavalli e pupe

Passare all’interno delle formine prima l’olio e poi un velo di farina; fate in modo che questa operazione sia molto curata perché, una volta cotti, i biscotti escano con facilità dalle forme senza rompersi.

formine cavalli e pupe infarinati

Aggiungete, nella forma della pupa, 2 noci ricoperte di stagnola all’altezza delle braccia, perché sembri proprio la forma di una prosperosa signora con le mani sui fianchi!

Mettete in forno preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti.

cavalli e pupe non ancora decorati

Molte nonne abruzzesi aggiungono, prima della cottura, un uovo intero ancora con il guscio, che inseriscono nella pancia delle due figure a simboleggiare prosperità e fecondità. Ma forse questo è più legato alle feste di fidanzamento di un tempo, durante le quali, al termine di sontuosi banchetti, ai fidanzati venivano regalati cavalli e pupe.

Seconda fase

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 100 gr di cioccolato bianco
  • confettini decorativi
  • altre decorazioni varie

Prima di estrarre i biscotti dalle forme lasciateli raffreddare, per evitare che si rompano.

Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria con un cucchiaino di olio e ricoprite i dolci con questa crema.

cavalli e pupe ricoperti di cioccolato

Prima che si raffreddi completamente, decorate cavalli e pupe con confettini, ovetti, cioccolato bianco o glassa di zucchero.

Siate precise e fantasiose, mi raccomando. Ma, comunque vada, per i vostri piccoli sarà sempre una gran festa!